Zona di pericolo d incendio

ATEX - è quindi il consiglio dell'Unione europea. Definisce i requisiti essenziali che devono essere soddisfatti da tutti i prodotti specificati per l'uso in aree a rischio di esplosione. I requisiti specifici sono impostati in parti correlate all'ultima direttiva. E i requisiti che non sono regolati dalla direttiva o dagli standard possono essere soggetti a regolamenti interni che operano nei prossimi Stati membri.

proceduraI regolamenti, tuttavia, non possono essere diversi con la regola e non hanno il diritto di elevare i suoi requisiti. Perché la Direttiva ATEX 94/9 / CE ci obbliga a marcare CE. Sì, ogni prodotto "ATEX", contrassegnato dal simbolo Ex, doveva essere contrassegnato CE all'inizio. Inoltre, passare la procedura o è in linea con la partecipazione di base di una "terza parte" se il produttore ha utilizzato un modulo diverso dal modulo A.

African MangoAfrican Mango - Il miglior trattamento dimagrante con mango africano!

Unificazione dei regolamentiPoiché le disposizioni incoerenti in materia di sicurezza in specifici paesi dell'UE costituivano grandi difficoltà nel flusso ordinario di merci tra paesi membri, si è deciso di armonizzare tali disposizioni. Nel caso di dispositivi utilizzati per il ruolo in zone che sono in pericolo di esplosione il 23 marzo 1994, il Parlamento europeo e il Consiglio dell'Unione europea hanno annunciato la direttiva 94/9 / CE ATEX, che è penetrata nell'appartamento il 1 ° luglio 2003. È stata inoltre introdotta la direttiva 1999/92 / CE ATEX137, che è stata anche indicata come UTENTI ATEX. Riguardava requisiti minimi in materia di sicurezza sul lavoro, in ambienti di lavoro in cui è possibile raggiungere un'atmosfera esplosiva.La prima direttiva è entrata in vigore nel 2003. La seconda direttiva è stata adottata dal Ministero dell'Economia, dell'azione e della forma sociale il 29 maggio 2003 e ha funzionato dal 25 luglio 2003. Il 31 ottobre 2010 è entrata in vigore una nuova ordinanza modificata del Ministro dell'Economia dell'8 luglio 2010 in materia di requisiti minimi di sicurezza. igiene professionale, legata alla possibilità di incontrare un'atmosfera esplosiva nel campo del lavoro, che ha sostituito il regolamento del 2003.